le belle lettere - logo
sic perit sidereus decor

le belle lettere

la collezione

Inno a Demetra

Una delle pagine più belle della letteratura greca: un autore sconosciuto canta il dolore di una madre e i misteri della natura e della religione in una lirica commuovente, che negli anni ha affascinato alcuni dei più grandi artisti e letterati, da Ovidio a Goethe e Tennyson.

Disponibile a partire dal 24 aprile 2019. PP. XXVIII, 146.

Antigone

Estasi di pura poesia, questa è l’Antigone. Ma anche, nelle parole di uno degli critici che più l’ha studiata (G. Steiner, Antigones), “una delle azioni maggiormente durature e canoniche nella storia della nostra anima filosofica, letteraria e politica”.
Perché, mi si consenta una leggera variatio, πολλὰ τὰ δεινὰ κοὐδὲν γυναικός δεινότερον πέλει

Disponibile a partire dal 24 aprile 2019. PP. XLVIII, 244.

Macbeth

Tragedia fra le più note e rappresentate di Shakespeare, il Macbeth è atemporale: i suoi echi risuonano limpidi nei tormenti di Oreste alle Grandi Dionisie del 458 e si ritrovano più di duemila anni dopo a Hogsmeade, in una profezia destinata a cambiare per sempre il destino del mondo.
Macbeth: vittima e carnefice, secondo la moda degli antichi greci, nella più nota lingua inglese.

Disponibile a partire dal 10 maggio 2019. PP. LXI, 342.